In Vacanza a Maiori, Costiera Amalfitana da sogno

Volete andare in vacanza a Maiori?

Allora non perdete altro tempo, c’è un luogo tra Amalfi e Salerno, che si stende lungo il golfo, un caratteristico paesino un tempo chiamato “Reghinna Maior” che possiede, come la vicina Minori, un’ampia offerta di bed and breakfast dislocati in uno sfondo naturale fatto da delicate coltivazioni di agrumeti e giardini colorati che fanno da cornice alla lunga spiaggia sabbiosa, attrezzata ma con delle aree libere e arricchita da chioschi e ristoranti caratteristici.

Maiori è ricca di bellezze naturali rinomate e famose in tutto il mondo tra cui sicuramente spicca l’affascinante grotta Sulfurea, raggiungibile solo via mare, che costantemente, da una roccia che vi si trova all’interno, getta acqua sulfurea-magnesica dalla note proprietà disintossicanti, diuretiche e cosmetiche.

In vacanza a Maiori non è possibile non visitare le grotte Pandane, ricche di stalattiti, e la grotta Pandora, con stalattiti e stalagmiti dalle forme talmente particolari da rendere questo luogo assai suggestivo.

A Maiori ci si può abbandonare in un percorso naturalistico alla scoperta del meraviglioso Parco Naturale di Capo d’Orso che si estende per 3000 ettari di natura incontaminate.

Il promontorio che lo racchiude, dal fascino selvaggio, possiede specie di flora e di fauna incontaminate, come il falco pellegrino, faine, talpe, tassi e gabbiani reali liberi in un paradiso mediterraneo di lecci e castagni.

Maiori non è solo mare e natura. E’ anche cultura storia ed architettura, intatti, in vacanza in questo borghetto ci si può dedicare ad un tour tra i monumenti più caratteristici della cittadina tra i quali La Collegiata di Santa Maria a Mare, che deve il suo nome alla statua che venne rinvenuta in spiaggia nel 1204. Di grande bellezza è il soffitto dorato che ricopre la volta della navata principale e la cripta che custodisce le spoglie del martire San Clemente. Degna di nota è poi la presenza di un imponente organo a 1700 canne che grazie al recente restauro emette suoni divini.

In visita a Maiori si deve visitare il Complesso monastico di Santa Maria Olearia del X secolo, un’abbazia benedettina ricavata nella roccia che si trova inserito nell’ambiente naturale in un modo così perfetto da essere inglobato ed armonico con il contesto. Al suo interno le tre delicate cappelle che custodiscono pregevoli affreschi.

Se vi interessa larchitettura, ecco a Maiori il Palazzo Mezzacapo (sede del comune), nel centro storico della cittadina, contornato da numerose sistemazioni per tutte le tasche per dormire a Maiori. Il palazzo possiede una struttura monumentale con scale di marmo che conducono ai piani superiori dove si trovano sale riccamente decorate. Davanti al Palazzo Mezzacapo si possono ammirare i giardini che formano, con la loro particolare conformazione, una caratteristica Croce di Malta.

Mare, natura e storia racchiusi in un borgo dal sapore antico, tutto per una vacanza da sogno.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *