Amalfi fondata da Ercole per amore di una fanciulla

ErcoleTra mito e realtà, tra storia e tradizione, vi è una leggenda che narra che la fondazione di Amalfi, una delle perle più belle del mondo intero, fu fondata come tributo d’amore da Ercole, il figlio di Giove, che fece costruire questa città per dedicarla alla sua amata. Si chiamava proprio Amalfi la fanciulla che fece follemente innamorare l’eroe Ercole e la leggenda racconta che era davvero molto molto bella con gli occhi dello stesso colore del mare della costiera.
In seguito alla sua prematura morte, con il cuore appesantito da un vuoto incolmabile e da un dolore indescrivibile il figlio di Giove decise di seppellirla in un luogo bellissimo, un luogo che fosse in grado di ricordare ai posteri la sua intramontabile e inenarrabile bellezza. Un luogo speciale con una costa meravigliosa in cui un mare del colore degli occhi di Amalfi da lì in avanti avrebbe dolcemente lambito le sua spoglie mortali.
Proprio lì dove depose le spoglie della fanciulla amata, proprio lì dove sorge questa tomba Ercole fondò una nuova città che chiamo Amalfi, una città che in tutto il corso della sua storia manterrà viva la forza del suo fondatore.
E la storia di questa splendida cittadina posizionata nella Costiera Amalfitana è una storia speciale, porto importante all’epoca dei romani, Repubblica Marinare, per prima dotata di un proprio statuto, ad oggi dichiarata “Patrimonio dell’umanità in Italia” dall’UNESCO.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *